La prima cosa che viene in mente quando si pensa all‘Indonesia è sicuramente Bali, meta bramata da tantissimi turisti per la presenza di diverse spiagge anzi, le più belle spiagge di tutto il territorio. Distese di sabbia bianca e fine il più delle volte caratterizzate dalla presenza di una vegetazione fitta, rendono questa zona molto affascinante ma, una più belle da visitare è sicuramente quella di Uluwatu.

Alla scoperta di Uluwatu, il tempio a picco sul mare

Situata nella parte più meridionale dell’isola, a Uluwatu ci sono le spiagge più belle dell’Indonesia, e il tempio rende tutto più affascinante e interessante perché situato su una scogliera a picco sul mare. Ogni giorno all’ora del tramonto, quando il tempio si infuoca, si soffermano centinaia di turisti per ammirare da vicino uno degli spettacoli più incantevoli di tutta l’Indonesia.

Il tempio è visitabile tutto il giorno, e si accede dietro pagamento di un biglietto, e per rispetto viene fornito ai visitatori un sarong per coprire le gambe. L’entrata porta nel parco diviso in vari sentieri che portano tutti in cima al tempio. Bisogna seguire un percorso a picco fatto di tanti scalini per poter arrivare sulla parte più alta ma, dopo un po’ di fatica e arrivati finalmente a destinazione, lo scenario che ci si ritrova davanti è stupefacente.

Al tempio si farà la conoscenza di scimmie un po’ dispettose, i macachi, che amano borseggiare i turisti di qualsiasi oggetto si trovano davanti agli occhi. Meglio non sfidarle ma chiamare un addetto alla sicurezza per farsi restituire la refurtiva. Tutti i giorni durante poco prima del tramonto si potrà assistere alla danza Kecak, tipico ballo balinese, dove ballerini maschi danzano e cantano in cerchio.

Le spiagge di Uluwatu, piccoli paradisi terrestri

Uluwatu oltre al bellissimo e suggestivo tempio, vanta anche l’onore di avere delle spiagge paradisiache che sono tappa preferita, e anche obbligatoria, dei surfisti di tutto il mondo. Una tradizione che va avanti ormai dagli inizi degli anni 70.

La spiaggia più famosa è quella di Pandang Pandang raggiungibile attraverso 172 gradini. La presenza di piccole piscine naturali che si formano con le alte maree la rende molto affascinante. La spiaggia è attrezzata di ristoranti, botteghe ed è molto allegra per la presenza di diverse casette colorate. Ci si può rilassare sotto l’ombrellone e si può fare il bagno in quel fantastico mare color verde smeraldo.

Per quanto riguarda i surfisti la spiaggia che amano frequentare di più è Balangan Beach. Per loro è un luogo magico perché è qui che il mare esplode in onde meravigliose da surfare. Possono accedere anche i turisti per trascorrere momenti in totale serenità.

Poco distante dalla spiaggia si trova una scogliera che offre una vista panoramica straordinaria. Da qui si vede meglio la forza dell’oceano, sfidata dai surfisti, e i suoi colori. Su questa bellissima scogliera è permesso anche celebrare matrimoni.

Per raggiungere un’altra delle spiagge più belle della zona di Uluwatu bisogna percorrere un sentiero un po’ tortuoso e sterrato. Arrivati a destinazione però ci si rende conto che ne è valsa la pena: si tratta di Pantal Tegal Wangi Beach. È una piccola striscia di sabbia circondata da una scogliera piena di grotte. Purtroppo l’alta marea sommerge completamente queste grotte quindi meglio farle visita quando l’acqua è bassa. Se non si è esperti evitare di fare il bagno in questa zona perché è piena di rocce e scogli. Ci sono diversi locali dove potersi soffermare e alle grotte si può accedere liberamente.

Per immergersi in un vero e proprio angolo di paradiso bisogna recarsi a Dreamland, una spiaggia tranquilla dove il mare è sempre calmo e quindi perfetta per le famiglie. Non mancano le strutture come bar e ristoranti, ed è conosciuta come una delle spiagge più belle di Bali.