Aperta alle novità senza però rinunciare al lato artistico che tutti le riconoscono, Monaco di Baviera è insieme a Berlino e Amburgo la città della Germania più visitata dai turisti italiani.

L’associazione tra Monaco e la birra bavarese è nota in tutto il mondo, per questo motivo sono in tanti a voler visitare la città in occasione dell’Oktoberfest, il festival popolare che si tiene ogni anno tra la fine di settembre e l’inizio di ottobre.

Oltre alla birra, Monaco di Baviera è famosa però anche per i Mercatini di Natale e la festa di Capodanno. Quella che segue sarà una guida diversa rispetto alle altre, Infatti, oltre a includere l’itinerario da seguire per la visita alle attrazioni principali, l’articolo presenta dei consigli utili per vivere appieno l’atmosfera dell’Oktoberfest, dei Mercatini di Natale e del Capodanno a Monaco.

Cosa vedere a Monaco di Baviera

Il cuore, nonché uno dei simboli di Monaco di Baviera, è Marienplatz, la principale piazza della città; frequentata da centinaia di persone nelle ore centrali della giornata, Marienplatz ospita tre degli edifici più importanti di Monaco: il Vecchio e Nuovo Municipio e la Cattedrale di Nostra Signora.

Gli abitanti della città la conoscono con l’appellativo di Dom zu Unserer Lieben Frau, per i turisti è semplicemente il Duomo della città. La leggenda narra che gli architetti dell’edificio religioso decisero di sfidare il Diavolo, facendogli credere che avrebbero costruito una chiesa senza finestre; in realtà le finestre ci sono eccome. Sempre secondo il racconto della leggenda, il Diavolo appena entrato in chiesa credette davvero che l’edificio non presentasse finestre, salvo poi scoprire di essere stato raggirato.

Ancora oggi, la figura del Diavolo è associata alla Cattedrale di Nostra Signora a causa dell’impronta posizionata all’ingresso del Duomo, la stessa impronta che il Diavolo avrebbe lasciato nel momento della sua entrata in Cattedrale.

A pochi passi dal Duomo bavarese, in pieno centro, sorgono il Nuovo (Neues) e Vecchio (Altes) Municipio (Rathaus) della città. Il più famoso tra i due è il Neues Rathaus, dal momento che ospita il bellissimo il Glockenspiel, un monumento carillon-orologio realizzato con vere statue. L’appuntamento con il rintocco delle campane è fissato ogni giorno alle 11 e alle 12 della prima parte di giornata, durante la stagione estiva c’è un terzo rintocco alle 5 del pomeriggio.

Per conoscere fino in fondo la storia della città, è opportuno capire il legame che intercorreva in passato tra Monaco di Baviera e la famiglia Wittelsbach. Il simbolo per eccellenza di questo legame è la Residenz, il Palazzo Reale di Monaco. I Wittelsbach, la cui dinastia prosegue ancora oggi con il Duca Franz, hanno dominato su Monaco fino al 1918. La dinastia reale ha contribuito in maniera determinante allo sviluppo artistico della città, d’altronde è nota la passione dei Wittelsbach per l’arte. Ne è una chiara dimostrazione la Ahnengalerie, una spettacolare galleria dove statue e affreschi della dinastia dei Wittelsbach accompagnano il turista mentre cammina con la testa all’insù.

Il cuore pulsante dell’arte a Monaco è il quartiere Kunstareal, l’area dove oggi sorgono l’Antica, la Nuova e la Moderna Pinacoteca. C’è infine l’Englischer Garten, la traduzione tedesca del giardino inglese di Monaco. Il polmone verde della città bavarese è grande 4 km ed è stato il primo giardino pubblico della nazione teutonica.

Oktoberfest, Mercatini di Natale e Capodanno

L’Oktoberfest si celebra ogni anno nella seconda parte di settembre e la prima settimana di ottobre, presso l’area Theresienwiese e, in genere, la durata del festival della birra va dai 16 ai 18 giorni.

Il modo più semplice per raggiungere l’Oktoberfest è in treno. Una volta arrivati alla stazione centrale Hauptbahnhof si prosegue a piedi verso Theresienwiese, distante meno di 15 minuti. L’area dell’Oktoberfest è inoltre servita dalle linee U4 e U5 della metropolitana.

Fortemente sconsigliato invece l’arrivo in auto, per via dell’assenza di posti auto disponibili nelle giornate dell’Oktoberfest e per i severi controlli della polizia tedesca. Un paio di mesi più tardi è sempre Theresienwiese una delle aree che ospita i celebri Mercatini di Natale della città di Monaco di Baviera.

Gli stand più famosi sono però allestiti presso Marienplatz, all’ombra della Cattedrale di Nostra Signora e dei due municipi. La tradizione vuole che i Mercatini di Natale di Monaco inizino ufficialmente nell’ultima settimana del mese di novembre per concludersi a ridosso del giorno di Natale, prima dunque del 25 dicembre.

Sono infine numerosi gli italiani che decidono di trascorrere l’ultimo dell’anno a Monaco di Baviera. È consigliato prenotare la propria sistemazione con largo anticipo, dal momento che Monaco è una delle città più gettonate per vivere le prime ore dell’anno nuovo.

Inoltre, se possibile, vi consigliamo di scegliere la struttura ricettiva in base alla posizione; è infatti preferibile che l’hotel sia vicino a Marienplatz, così da potersi muovere unicamente a piedi durante la serata di Capodanno senza aver bisogno dei mezzi pubblici e soprattutto dell’automobile o del taxi.

Nella centralissima Marienplatz, ogni anno, si tiene lo spettacolo di Capodanno più affascinante di tutta Monaco di Baviera, la scelta dunque è quasi obbligata se si vuole vivere fino in fondo l’emozione di San Silvestro in terra bavarese.

Marcello Del Rosso
Laureato in Scienze della Comunicazione, classe 1980, sono un copywriter freelance e un instancabile viaggiatore che sprizza entusiasmo da tutti i pori. Da Settembre 2018 sono Capo Redattore su AmicoTravel.it .