Madrid è una delle poche capitali europee senza un monumento simbolo che possa presentarla agli occhi dei turisti stranieri, come ad esempio il Colosseo per Roma o la torre Eiffel per Parigi. Ciò non significa però che la capitale spagnola sia in qualche modo inferiore a livello artistico rispetto alle altre colleghe europee. Infatti, non avere un’attrazione capace di calamitare l’attenzione soltanto su di sé può essere un fatto positivo.

Forse è proprio questo uno dei segreti della città madrilena, che nasconde tesori di straordinaria bellezza. A seguire una lista delle cose più belle da vedere a Madrid durante un breve soggiorno.

L’offerta culturale di Madrid

Madrid è una delle capitali europee che presenta la più ampia offerta culturale. Gran parte del merito va attribuito al Museo del Prado: il più visitato della città spagnola e tra i più importanti al mondo.

In un unico edificio sono custodite le opere di illustri artisti quali Raffaello, Caravaggio e Goya. Un’ora non è sufficiente per completare la visita dell’intero museo, frequentato durante tutta la settimana e in misura maggiore nel weekend. Una delle opere da ammirare all’interno del Museo del Prado è il quadro Davide e Golia realizzato da Caravaggio.

Restando nell’ambito dell’eccellenza italiana, si segnala L’Andata al Calvario, un’opera di Raffaello. Appartiene invece al pittore spagnolo Goya una delle opere più celebri ospitate dal museo, la Maya Desnuda. Degno di nota anche il capolavoro Las Meninas di Velazquez, ritratto della famiglia reale.

Un altro museo da visitare a Madrid è il Thyssen-Bornemisza, che prende il nome dal celebre magnate tedesco, proprietario della collezione privata mostrata al pubblico durante tutti i dodici mesi dell’anno. Sono diverse le opere capaci di lasciare a bocca aperta i turisti provenienti da ogni parte del mondo. Accanto a Caravaggio e Raffaello figurano stavolta maestri d’arte del calibro di Van Gogh e Gauguin.

Come il Museo del Prado, anche il Museo Thyssen ospita opere di rara bellezza. Raffaello mantiene alto l’onore dell’Italia con il Ritratto di un giovane, opera che ritrae un giovane Alessandro De Medici. Di Caravaggio si può citare il dipinto Santa Caterina: nonostante siano passati secoli dalla sua realizzazione, ancora non è stato sciolto il dubbio sulla reale identità del soggetto.

Quadro simbolo dell’impressionismo francese, la Donna in giardino con ombrello dell’artista Renoir è insieme a Paesaggio al tramonto di Van Gogh e Combattimento di tori del celebre Picasso l’opera principale della collezione privata del magnate tedesco Thyssen.

Il terzo e ultimo museo che completa l’offerta artistica di Madrid è il Reina Sofia; qui vengono custodite alcune delle più celebri opere appartenenti all’arte contemporanea. Su tutti, spiccano i dipinti di Mirò, Picasso e Dalì, tre geni indiscussi della pittura spagnola vissuti nel Novecento. Il quadro più famoso contenuto all’interno del Museo Reina Sofia è Guernica, capolavoro di Picasso divenuto celebre in tutto il mondo. Si segnalano inoltre la Ragazza alla finestra di Dalì e Uomo con pipa di Mirò.

I Tesori di Madrid

Il cuore pulsante di Madrid è Plaza Mayor, dall’alto dei suoi 129 m di lunghezza e 100 m di larghezza, dove residenti e turisti si fermano a partire dal tardo pomeriggio per vivere una piacevole serata all’ombra della principale piazza della capitale.

Insieme a Plaza Mayor, l’altra piazza principale della città è Puerta del Sol, sede storica del Capodanno madrileno. Plaza Mayor e Puerta del Sol non sono però le sole a contendersi il titolo di piazza più importante. Infatti, nel quartiere Salamanca, zona est di Madrid, sorge Plaza de Toros, al cui interno figura la celebre Arena.

Un altro tesoro della capitale spagnola è il Palazzo Reale. Al contrario di quanto il nome possa far credere, la famiglia reale di Spagna non abita qui ma al palazzo della Zarzuela. L’edificio sorge alle spalle di Plaza de Oriente, e al suo interno è possibile visitare gli appartamenti di Carlo III e ammirare gli splendidi affreschi del Tiepolo.

Durante un breve soggiorno a Madrid, non può mancare la passeggiata lungo Gran Via, la principale strada della città. Ribattezzata come la Broadway madrilena, Gran Via collega Plaza de España con Calle da Alcalà.

Oltre ai tanti locali, ristoranti e negozi di shopping, ospita anche il Metropolis, uno degli edifici più fotografati dai visitatori stranieri. La costruzione del famoso edificio risale ai primi anni del Novecento, a opera dell’architetto Luis Esteve-Fernandez Caballero. Il Metropolis si trova nel punto di incontro tra Gran via e calle de Alcalá.

Oltre ai musei, Madrid è conosciuta per i suoi mercati. Da una parte c’è lo storico Mercado de San Miguel, dall’altra il mercato delle pulci El Rastro, uno dei più famosi in tutta Europa. Mentre il primo è aperto tutti i giorni, il mercato El Rastro è in programma soltanto nella giornata di domenica.

Infine, dopo la visita alle principali attrazioni di Madrid, ci si può riposare presso il Parque del Buen Retiro, non lontano dal Museo Reina Sofia, polmone verde della città.

Chiara Parisi
Giornalista Pubblicista dal 1993, ho collaborato per anni con 2 testate locali nel Salento. Nel 2018, ho raccolto la sfida proposta da Chiara Galiberti e ho deciso di diventare Direttore di AmicoTravel.it.