La Urbs per antonomasia, la Città Eterna, centro dell’Impero più conosciuto in tutto il mondo. Non è difficile intuire il motivo per cui Roma sia considerata una città capace di esercitare un fascino magnetico agli occhi dei turisti stranieri, nonché una delle capitali più belle al mondo.

Per più di mille anni, Roma è stata la culla della cultura antica, la massima rappresentazione di come una sola città possa dominare su un intero continente e oltre sia a livello militare che culturale. Sono tante oggi le cartoline che ritraggono la Roma classica: dal Colosseo alla Basilica di San Pietro, i simboli della capitale italiana hanno attraversato nel corso degli anni interi continenti, affascinando vecchie e nuove generazioni appartenenti a qualsiasi ceto sociale.

Di seguito, abbiamo preparato due itinerari, uno classico e l’altro alternativo, grazie ai quali scoprire ciò che di più bello ha da offrire Roma ai suoi visitatori.

Itinerario classico di Roma

Piazza di Spagna può essere considerata come base di partenza ideale per un itinerario classico della Città Eterna. Dopo la scalinata di Trinità dei Monti, si procede in direzione della Fontana di Trevi, tra le attrazioni del centro storico più visitate dai turisti stranieri e una delle fontane più scenografiche e famose al mondo.

Non tutti lo sanno, ma la Fontana di Trevi ha alle spalle una storia di 2000 anni: venne inaugurata da Augusto nel 19 a.C., a termine della realizzazione da parte di Agrippa. Si arriva quindi a Piazza Venezia, oggi custode di Palazzo Venezia e il Vittoriano, quest’ultimo noto anche come Altare della Patria.

L’itinerario prosegue con la visita ai Fori Imperiali, posizionati a pochi passi dal Monumento nazionale dedicato a Vittorio Emanuele II. Complesso archeologico noto a livello globale, i Fori Imperiali riportano indietro di 2000 anni i viaggiatori che passeggiano accanto all’area, facendo loro rivivere i fasti di un passato nostalgico e allo stesso tempo intramontabile.

Tra il Palatino e Campidoglio figura il Foro Romano, un tempo sede di tutto ciò che riguardava la vita pubblica, religiosa e politica in età repubblicana prima e imperiale poi. Proseguendo accanto ai Fori Imperiali, si arriva in prossimità del Colosseo, il monumento più fotografato di Roma. Conosciuto anche con il nome di Anfiteatro Flavio, il Colosseo è insieme alla Basilica di San Pietro il simbolo della Urbs.

Terminata la visita all’Anfiteatro, l’itinerario prosegue con il Pantheon e Piazza Navona (celebre per la Fontana dei Quattro Fiumi progettata dal Bernini). L’attuale struttura del Pantheon (in greco tempio di tutti gli dei) si deve all’imperatore Adriano.

Le ultime due tappe dell’itinerario classico di Roma sono i Musei Vaticani e la Basilica di San Pietro. A pochi passi dalla Basilica Vaticana, i Musei fondati da Papa Giulio II ospitano al loro interno la celeberrima Cappella Sistina.

Resta infine da visitare la Basilica di San Pietro, il centro spirituale più importante al mondo per i fedeli della religione cristiana. Le attrazioni custodite dalla Basilica sono il Baldacchino di San Pietro (Bernini) e la Pietà (Michelangelo). Inoltre, vengono qui custodite le tombe dei pontefici, tra cui quella di Papa Giovanni Paolo II.

Itinerario alternativo di Roma

Roma è una città che conquista i turisti anche in occasione del secondo, terzo, quarto viaggio. Le dimensioni generose della capitale fanno sì che oltre alle attrazioni più note vi siano anche tanti altri luoghi ugualmente interessanti da scoprire.

Sono in pochi a sapere che Roma ospita un secondo Colosseo, almeno così si chiama il Colosseo Quadrato presente nel quartiere EUR. La struttura può essere considerata una sintesi della comunione di elementi classici e moderni, rappresentazione perfetta del quartiere romano lontano dagli itinerari turistici.

Molti turisti, la prima volta che visitano Roma, credono che l’unico itinerario possibile comprenda solo monumenti, chiese e musei. In realtà, Roma è la città più verde d’Europa: Villa Doria Pamphili, Villa Borghese, Villa Medici e Villa Ada sono soltanto alcuni dei mirabili esempi del perché la Città Eterna merita l’appellativo di giardino d’Italia e del Vecchio Continente.

Oltre ai giardini, un itinerario alternativo di Roma può abbracciare le diverse terrazze panoramiche presenti in città e che regalano una vista mozzafiato su alcuni dei monumenti iconici di Roma. Le più belle terrazze sono quelle del Gianicolo, Pincio, Campidoglio, Giardino degli Aranci, Trinità dei Monti e Monte Mario.

Lo spettacolo migliore di sé Roma lo garantisce quando il sole tramonta e le luci illuminano la Basilica di San Pietro, il Colosseo e gli altri monumenti più importanti della città.

Spesso Roma viene associata soltanto all’età antica e classica, dimenticando invece l’importanza che riveste ancora ai giorni nostri. Uno dei luoghi più famosi della capitale per quanto riguarda l’arte moderna e contemporanea è il MAXXI. Il noto Museo delle Arti del XXI secolo è stato inaugurato ufficialmente nel 2010 ed è stato progettato da Zaha Hadid, genio visionario artistico. Nel corso dell’anno, il MAXXI ospita numerose mostre di interesse sociale e artistico.

Chiara Parisi
Giornalista Pubblicista dal 1993, ho collaborato per anni con 2 testate locali nel Salento. Nel 2018, ho raccolto la sfida proposta da Chiara Galiberti e ho deciso di diventare Direttore di AmicoTravel.it.