La Liguria è una terra meravigliosa: il suo immenso fascino storico, artistico-culturale, tradizionalistico e paesaggistico continua ad attirare centinaia di migliaia di turisti.

La sua incredibile attrattività è evidente anche dalle location urbane, ossia dalle città in grado di fornire al turista importanti testimonianze storiche e numerose attrazioni turistiche. Questo è il caso di Savona, capoluogo di provincia capace di offrire molto ai viaggiatori che decidono di esplorarla da vicino.

Pertanto, in questa breve guida cerchiamo di fornire una breve ma dettagliata panoramica su cosa vedere a Savona!

Le attrazioni da vedere a Savona

Per immergersi al meglio nella cultura savonese, è fondamentale riportare alla mente alcuni cenni storici di questa importante città ligure.

Savona ha da sempre ricoperto il ruolo di rivale numero uno di Genova come centro nevralgico dell’intero territorio regionale. Tuttavia, pur avendo perso, anche se non di molto, tale battaglia, Savona ha comunque assolto il compito di importante punto di snodo marittimo e commerciale dell’intero Mar Mediterraneo.

Una prima testimonianza della sua storia, infatti, è la Fortezza del Priamar, una sorta di castello una volta adibito a principale roccaforte militare ligure.

Oggi, ospita numerosi tour ed è anche sede di importanti associazioni culturali che forniscono una panoramica turistica dell’intera Liguria.

Un altro simbolo della città di Savona è la Torretta, edificio piuttosto antico il quale, un tempo, era incluso nella cinta muraria della città e rappresentava il principale strumento di difesa dagli attacchi invasori. Essa sorge in piazza Pancaldo, dedicata all’omonimo navigatore savonese che prese parte alla circumnavigazione del globo con Ferdinando Magellano.

Il ruolo di simbolo religioso della città spetta alla Cattedrale dell’Assunta, edificio di culto dall’imponente struttura, data la sua lunghezza di oltre 60 m e la sua larghezza di 40 m. La visita al suo interno è possibile ammirare le sue componenti strutturali, come le navate e il transetto appartenenti a diversi stili artistici.

Come non citare la Cappella Sistina, ovviamente da non confondere con la più celebre opera romana. Parliamo di un luogo di culto adiacente alla Cattedrale dell’Assunta che dona un tocco artistico non indifferente alla città.

Un altro luogo molto interessante è il Museo della Ceramica, edificio di 4 piani, ognuno dei quali riccamente decorato da opere partorite dal pugno di maestri artigiani che hanno contribuito al patrimonio artistico di Savona. Qui sono contenute oltre 1000 opere complessive che vanno dal Rinascimento fino al Novecento.

Che dire, invece, di altri luoghi di interesse da visitare a Savona?

Altre location da visitare a Savona

In primis, è consigliata la visita al centro storico di Savona, costellato da vicoli e viuzze. Oltre ai piccoli vicoletti, il centro storico è corredato da ampi viali ricchi di negozio per lo shopping, oltre che da locali, bar, ristoranti e pub situati anche sulla Darsena e sul pittoresco lungomare.

Un punto molto interessante da non perdere è il Museo Apple, denominato anche All About Apple. Parliamo di un edificio che, nel corso degli anni, ha saputo rappresentare un assoluto punto di riferimento che tutti coloro che amano sperimentare i nuovi dispositivi varati dalla multinazionale statunitense.

Non solo, qui sono contenute mostre dei primissimi dispositivi ideati, a partire dal primo iPhone o dal primo iMac sino alle ultimissime tecnologie.

Anche i dintorni di Savona meritano una piccola menzione in questa breve guida. Tra le più importanti attrazioni turistiche ubicate nei paraggi del capoluogo savonese si annoverano le Grotte di Toirano e Borgio Verezzi. Entrambi punti di notevole interesse naturalistico grazie alla loro profondità e alle loro incantevoli formazioni geologiche.

Infine, è da segnalare anche il Parco Acquatico Le Caravelle, luogo nel quale il divertimento è garantito per gli amanti del brivido e della piscina.