Quando si pensa a una città romantica, il pensiero corre subito a Verona, dove Shakespeare ambientò la trama di una delle sue opere più celebri, ovvero “Romeo e Giulietta”.

La città veneta è davvero ricca di luoghi da vedere e anche un solo giorno è sufficiente per innamorarsi della sua atmosfera unica. Ma quali sono i luoghi che vale la pena inserire nel proprio itinerario se si ha un solo giorno a disposizione per scoprire Verona?

Un giorno a Verona: la mattina

Una volta arrivati a Verona e aver fatto colazione in uno dei locali del centro, si potrebbe iniziare la scoperta della città da Piazza Bra, la quale è considerata non a torto non solo come la piazza più importante della città, ma anche come una delle più belle d’Italia. Qui si trovano luoghi di sicuro interesse, quali ad esempio il Municipio.

Tuttavia il luogo simbolo non solo della piazza, ma anche di Verona e che si trova proprio in Piazza Bra è l’Arena di Verona: questo anfiteatro è una tappa imperdibile nel corso di un viaggio a Verona e il consiglio è quello di entrarvi e arrivare fino al suo punto più alto, di modo da poter godere di una splendida vista sia sull’interno che sull’esterno dell’Arena di Verona.

Non spostandosi da Piazza Bra si trova il Museo Lapidario Maffeiano, il quale si caratterizza per il fatto di essere non solo il polo museale più importante di Verona, ma uno dei più noti a livello europeo nel suo genere. In questo museo pubblico, il quale è tra i più antichi a livello internazionale, si possono trovare reperti di sicuro fascino, quali ad esempio dei resti della civiltà etrusca.

La mattinata potrebbe, quindi, concludersi con una visita al Museo di Castelvecchio: qui si trovano circa 200 opere d’arte di vario tipo, le quali sono capaci con la loro bellezza di conquistare anche il meno interessato dei viaggiatori.

Un giorno a Verona: cosa vedere nel pomeriggio e in serata

Dopo aver pranzato, magari proprio nei pressi dell’interessante Museo di Castelvecchio, ci si potrebbe dirigere verso un altro dei luoghi tra quelli che hanno dato fama a Verona nel mondo, ovvero la Casa di Giulietta. Questo edificio, stando alle fonti ufficiali, venne costruito nel corso del 1200 e secondo la tradizione la famiglia che lo ha posseduto per molto tempo, quella dei Cappelletti, potrebbe essere stata la fonte di ispirazione per i “Capuleti” dell’immortale opera di Shakespeare.

Una volta arrivati nei pressi della Casa di Giulietta, bisognerà quasi di sicuro rassegnarsi all’idea di dover condividere la visione e la visita di questo luogo con tantissime altre persone, in quanto è uno dei punti di maggiore interesse a Verona da un punto di vista turistico, costantemente “preso d’assalto” specie dalle coppie di innamorati.

Per i più curiosi si può ricordare che nelle vicinanze si trova anche la Casa di Romeo, la quale pur non riuscendo a suscitare lo stesso interesse e fascino della Casa di Giulietta, vale la pena scoprire nel corso di un viaggio di un giorno alla scoperta della città di Verona.

La terza tappa del pomeriggio a Verona potrebbe essere Piazza delle Erbe: forse non tutti sanno che per moltissimo tempo questa piazza è stata il fulcro della vita sociale della città. Nelle sue vicinanze si trova la famosa Torre dei Lamberti, la quale è nota in tutto il mondo per la vista di cui dà modo di godere dal suo punto più alto: il consiglio è quello di non lasciarsi scappare la possibilità di salire fino in cima per poter scattare delle foto a ricordo della giornata nella città scaligera.

Da vedere è anche uno dei luoghi di culto più famosi di tutta Verona, ovvero la Chiesa Rettoriale Santa Maria Antica, la cui scoperta è consigliabile anche se non si è particolarmente appassionati e interessati ai luoghi di natura religiosa.

Poco prima di cenare varrebbe la pena recarsi presso la Chiesa di Santa Maria Matricolatrice, la quale si caratterizza per il fatto di essere un altro luogo di culto a cui gli abitanti di Verona sono molto legati.

Poco distante da questa chiesa che è senza dubbio affascinante, si trovano inoltre Piazza Vescovado e quella del Duomo, le quali sono due tappe che vale la pena inserire nel proprio itinerario alla scoperta di Verona.

Proprio da Piazza del Duomo, magari dopo cena, varrebbe la pena concludere la giornata nella città scaligera con una camminata lungo Vicolo Duomo, il quale conduce ad una delle aree verdi più belle della città, ovvero il Parco Cesare Lombroso, che vale davvero la pena scoprire.