La Val d’Orcia è uno dei paesaggi più iconici della Toscana, con le colline punteggiate da uliveti e vigneti, antichi castelli e borghi medievali. Non a caso la Val d’Orcia è stata dichiarata Patrimonio dell’UNESCO. In questa zona della Toscana la storia si respira a pieni polmoni, essendo attraversata da due percorsi antichissimi: la Via Teutonica e la Via Francigena.

Tra i borghi più belli della valle c’è San Quirico d’Orcia, un paese tanto antico quanto spettacolare. Si trova nella vicina località dei Triboli, dove si trova l’iconico boschetto di cipressi, isolato su una collina come un miraggio, affiancato dalla piccolissima Cappella della Madonna di Vitaleta.

Alla scoperta di San Quirico d’Orcia

Le origini di San Quirico d’Orcia sono etrusche. In uno dei più antichi libri d’Europa, il “Liber Linteus Zagrabiensis”, risalente al III a.C., si parla di Ena, ossia l’antica San Quirico d’Orcia.

Il vero e proprio borgo si sviluppa però nel Medioevo attorno all’antica Pieve di Osenna. A contribuire alla sua espansione è stata poi la Via Francigena, che faceva tappa proprio a San Quirico d’Orcia, e le altre rotte commerciali che portavano a Firenze. Furono poi i senesi ad ampliare e rafforzare quella che sarà considerata una delle cinte murarie meglio conservate al mondo.

San Quirico d’Orcia sorge su una collina, a metà strada tra Montalcino e Pienza e ha il suo monumento simbolo nella Collegiata di S. Quirico e S. Giuditta. La chiesa risale all’XI secolo e racchiude lo stile romanico esterno con quello barocco degli interni. Qui si può ammirare un coro di Antonio Barili risalente al ‘600 pregevolmente decorato, il settecentesco altare in stile rococò, dipinti di scuola senese e una splendida pala d’altare di Sano di Pietro.

Proprio davanti alla Collegiata si trova il Palazzo Chigi Zondadari, nato nel XVII secolo come dimora cardinalizia e oggi sede comunale. Oltre alla facciata barocca si trovano ambienti splendidamente affrescati nel XVII secolo da artisti come il Paradisi, il Ricciolini e lo Stanchi.

Passeggiando nel bellissimo centro storico di San Quirico d’Orcia e percorrendo Via Dante Alighieri si arriva nella centrale Piazza della Libertà. Qui si affaccia la Chiesa di S. Francesco. L’edifico risale alla seconda metà dell’800 e custodisce all’interno una terracotta del Della Robbia raffigurante la Madonna Annunciata, proveniente dalla Cappella della Madonna di Vitaleta.

Dagli Horti Leonini all’Ospedale della Scala

Da Piazza della Libertà si può accedere poi ai magnifici Horti Leonini, realizzati nel ‘500 su volontà di Diomede Leoni. Si tratta di giardini all’italiana suddivisi in due parti. Nella zona superiore è presente uno slargo erboso al centro del quale si trova un boschetto di lecci e i resti della Torre del Cassero, distrutta dalle bombe durante la Seconda Guerra Mondiale. I giardini inferiori, invece, sono un tripudio di coloratissime aiuole fiorite triangolari, cinte da lecci e mura. Qui è presente anche una statua in onore di Cosimo III de’ Medici.

Una delle più belle chiese di San Quirico d’Orcia è poi la Chiesa di S. Maria Assunta. Si tratta di un edifico romanico risalente all’XI secolo sobrio ed elegante sia all’esterno che all’interno, dove spicca un bellissimo soffitto ligneo a capriate.

Da vedere assolutamente anche l’Ospedale della Scala, costruito nel XIII secolo con lo scopo di dare asilo ai pellegrini che percorrevano la Via Francigena. All’interno è possibile ammirare ancora la loggia formata da tre sottili colonne e il cortile con il pozzo, dove è incisa la data 1543.

Per raggiungere San Quirico d’Orcia in automobile, venendo da nord, basta percorrere la A1 e uscire a Firenze-Certosa, per poi prendere la strada Siena-Via Firenze: uscire poi a Siena Sud e percorrere la Cassia seguendo le indicazioni per il borgo.

Provenendo da sud invece, sempre percorrendo la A1, bisogna uscire invece a Chiusi-Chianciano Terme, per poi prendere la SS146 e seguire le indicazioni per San Quirico d’Orcia.

L’aeroporto più vicino è quello di Perugia, distante 95 Km, mentre quello di Firenze è a 120 Km.

Le stazioni ferroviarie più vicine a San Quirico d’Orcia sono quelle di Chiusi-Chianciano Terme oppure quella di Buonconvento: in ogni caso si raggiungerà la destinazione in autobus.