Negli ultimi anni la Thailandia è diventata una delle destinazioni turistiche più gettonate tra i turisti che scelgono di organizzare un viaggio nel continente asiatico. Il Paese offre due tipologie di vacanza: da un lato il mare e le spiagge paradisiache, dall’altra parte un itinerario alla scoperta delle tradizioni thailandesi, delle famose statue di Buddha e dei suoi templi.

La capitale Bangkok non ha cancellato la sua anima storica, pur senza rinunciare a sposare la modernità. A seguire la lista delle 10 cose più belle da vedere durante una vacanza in Thailandia.

Bangkok

Poche città al mondo offrono ai visitatori stranieri un mix così accentuato di templi sacri e grattacieli ultramoderni. In pochi metri, passato e futuro dimorano insieme. L’attrazione numero uno di Bangkok è Wat Arun, l’area sacra che include numerosi templi dal glorioso passato, tra cui il Tempio dell’Alba. Il più importante tempio della capitale thailandese è il Wat Pho, ribattezzato come la casa del Buddha. L’altra attrattiva da non perdere è il Gran Palazzo, presente nell’area sacra dei templi.

Ayutthaya

A poche ore d’auto da Bangkok sorge Ayutthaya, l’antica capitale della Thailandia. Dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, Ayutthaya custodisce un parco al cui interno vi sono diversi ruderi di inestimabile valore. Tra questi figura la testa del Buddha, immortalata in un celebre scatto di Steve McCurry, fotografo di fama internazionale. Presenti inoltre numerosi stupa, speciali mausolei in cui sono custodite reliquie sacre.

Valle del fiume Ping

Risalendo verso il Nord della Thailandia, si può scoprire l’affascinante valle del fiume Ping, la parte del Paese del sud-est asiatico capace di regalare ai turisti il suo lato più autentico. Il principale centro abitato della regione è Chiang Mai, distante poco meno di 1.000 km rispetto alla capitale Bangkok. Un luogo unico dove si intrecciano colline, risaie e montagne, protagoniste di un quadro naturale impareggiabile.

Sukhothai

Insieme alla valle del fiume Ping, Sukhothai è l’altra attrazione più famosa della Thailandia del Nord. Antica capitale del regno omonimo tra il XIII e XIV secolo, Sukhothai è anch’essa Patrimonio dell’Umanità, prestigioso riconoscimento conferitole dall’Unesco per il suo parco storico. L’area include affascinanti siti archeologici; luogo in cui la spiritualità pervade ogni angolo possibile. Semplicità e sacro viaggiano a braccetto in una terra da sempre conosciuta per custodire i valori fondanti della cultura Thai.

Koh Samui

Koh Samui è l’isola più famosa più famosa del Golfo di Thailandia. Per dimensioni, Koh Samui è la terza isola più grande del Paese asiatico e contende a Phuket il primo posto nella classifica delle destinazioni più gettonate dai turisti in vacanza da queste parti. Le spiagge più belle sono Maenam Beach e Lamai Beach, invece quella più famosa è Chaweng Beach.

Koh Phangan

Celebre a livello internazionale per il Full Moon Party, Koh Phangan è una piccola isola dell’arcipelago di Koh Samui. Partendo dall’isola principale, occorrono circa 30 minuti per raggiungerla in barca. L’evento del Full Moon Party è solito tenersi presso la spiaggia Hat Rin: migliaia di giovani accorrono in massa per prendervi parte, regalandosi una notte indimenticabile.

Di giorno l’isola Koh Phangan propone interessanti escursioni nell’entroterra, tra cascate e templi che riescono ogni volta a sorprendere.

Koh Ningyuan

Restando all’interno dell’arcipelago di Koh Samui, un’altra isola da visitare è Koh Ningyuan. Più che la vita notturna e i templi, l’isola è famosa per la bellezza dei suoi fondali marini. Gli appassionati di snorkeling hanno l’opportunità di provare una delle esperienze più spettacolari che il mare del Golfo di Thailandia ha loro da offrire.

Parco nazionale di Ang Thong

L’ultima attrazione del Golfo thailandese è il parco nazionale di Ang Thong. Poco pubblicizzato rispetto ad altre attrazioni naturali del Paese, la visita ad Ang Thong può trasformarsi nella sorpresa più bella del viaggio. Natura incontaminata, panorama unico, la disposizione teatrale degli isolotti che compongono il parco: tutto sembra essere perfetto e forse lo è per davvero.

Phuket

L’ultima regione della Thailandia rimasta da visitare è quella del mare delle Andamane. Protagonista indiscussa Phuket, la più grande isola del Paese.

Sono diverse le spiagge che l’hanno resa nota in tutto il mondo: da Patong a Karon, i turisti non hanno che l’imbarazzo della scelta. Chi desidera vivere la natura di Phuket lontano dai visitatori stranieri, una delle scelte migliori può essere la spiaggia Hat Nai Han. Considerate le sue dimensioni, anche Phuket ospita diversi templi, il più famoso è il Wat Chalon situato nell’entroterra dell’isola.

Phi Phi Island

Oltre a Phuket, il mare delle Andamane ospita il piccolo arcipelago delle Phi Phi Island. La spiaggia Maya Bay è stata presa d’assalto dai turisti dopo le riprese del filmThe Beach” con protagonista l’attore statunitense Leonardo DiCaprio. Ribattezzato come il paradiso della Thailandia, Phi Phi Island regala ai suoi ospiti un assaggio di eterna bellezza. Le spiagge più belle dell’arcipelago sono Long Beach, Monkey Bay e Maya Bay.

Marcello Del Rosso
Laureato in Scienze della Comunicazione, classe 1980, sono un copywriter freelance e un instancabile viaggiatore che sprizza entusiasmo da tutti i pori. Da Settembre 2018 sono Capo Redattore su AmicoTravel.it .