Se stai programmando un viaggio in un Paese europeo che non ha adottato la moneta unica oppure verso un altro continente, starai sicuramente pensando a quando e come effettuare un cambio valuta.

Informati bene prima della partenza sulle modalità di cambio per non farti trovare impreparato nel momento del bisogno: ecco alcuni importanti consigli!

Cambio moneta: diverse soluzioni

Se stai partendo alla volta di un Paese che adotta una valuta diversa dalla tua, le alternative che hai a disposizione sono principalmente due: cambiare il denaro prima di partire, tramite la tua banca, oppure una volta giunto a destinazione, presso l’aeroporto, l’hotel o gli appositi uffici locali.

Un’ulteriore opzione può essere quella di prelevare dagli ATM del Paese in cui andrai. O anche pagare direttamente con la carta – ma del denaro liquido è sempre utile!

Prima di decidere cosa fare tieni conto che, per spendere il meno possibile in commissione, la soluzione ideale è sempre quella di ottenere in un’unica tranche una cifra che reputi sufficiente per tutto il periodo di permanenza: altrimenti a ogni cambio che effettui dovrai applicare un ulteriore costo di commissione!

Cosa sapere sul cambio valuta

Il rischio di effettuare cambi valuta molto sconvenienti è dietro l’angolo: ecco perché è importante tenere conto di alcuni importanti fattori.

In primis devi considerare che, una volta giunto a destinazione, ti potrà essere utile anche una esigua quantità di denaro per effettuare operazioni molto semplici come acquistare una bottiglietta d’acqua o un caffè, comprare una scheda telefonica per il cellulare, prendere i biglietti dei mezzi pubblici, pagare un taxi o altri servizi essenziali.

A questo proposito, se viaggi verso un paese con valuta differente devi sapere che il posto meno conveniente per effettuare un cambio di moneta è proprio l’aeroporto. Infatti, i tassi di cambio piuttosto alti rendono lo scambio sconveniente, soprattutto se si tratta di piccole somme.

Lo stesso vale per i prelievi presso gli ATM dislocati all’interno dell’aeroporto o nelle città, i quali ti permetteranno di prelevare denaro in moneta locale pagando commissioni spesso molto alte. Inoltre, questa soluzione potrebbe ulteriormente metterti in difficoltà qualora la tua carta non dovesse funzionare nel Paese in cui ti sei recato. Anche gli uffici di cambio in città possono presentare tassi di cambio molto sconvenienti.

Meglio cambiare i soldi prima della partenza!

Il momento migliore per effettuare il cambio moneta è prima di partire. Rivolgendoti alla tua banca potrai effettuare un cambio con un tasso conveniente, affidandoti a figure professionali e competenti, magari di tua fiducia.

Il consiglio generale, se devi effettuare una trasferta all’estero, è quello di rivolgerti alla tua filiale di riferimento con un anticipo di un mese, affinché possano procurarti il denaro in tempo per la partenza.

Considerando che calcolare precisamente la somma che ti sarà utile durante il tuo soggiorno ti risulterà pressoché impossibile, una volta rientrati in Italia potrai effettuare un altro cambio presso la tua banca, nel caso in cui ti restasse una somma in eccedenza della valuta estera. Infatti, è bene considerare di cambiare una somma superiore a quella che prevedi di spendere, per far fronte ad eventuali imprevisti evitando di restare senza soldi.

Così avrai l’opportunità di effettuare i primi acquisti una volta giunto in loco ed evitare possibili truffe (frequentemente perpetrare a danno dei turisti). Inoltre, avendo denaro contante potrai scongiurare l’eventualità di malfunzionamenti degli ATM o l’impossibilità di pagare con carta. E viaggiare più tranquillo!

Marcello Del Rosso
Laureato in Scienze della Comunicazione, classe 1980, sono un copywriter freelance e un instancabile viaggiatore che sprizza entusiasmo da tutti i pori. Da Settembre 2018 sono Capo Redattore su AmicoTravel.it .