Perla della Provenza, anche conosciuta come la “Napoli di Francia” per l’atmosfera mediterranea che la caratterizza e per la mole non indifferente di cittadini partenopei che la vivono, Marsiglia può essere visitata anche nel giro di poche ore.

Ecco i posti da non perdere assolutamente per un tour a Marsiglia di un solo giorno.

Il Porto Vecchio

Il Porto Vecchio incarna il luogo più emblematico della città: antichissimo, già utilizzato dai Greci che fondarono la città, rende da sempre Marsiglia crocevia di popoli e culture. I pescatori animano questo luogo sin dalle prime ore del mattino con un vero e proprio mercato del pesce. Il profumo del mare e quello del pesce appena pescato rendono la passeggiata al porto più suggestiva.

Il MuCEM

Museo dedicato alle Civiltà d’Europa e del Mediterraneo, il MuCEM ha avviato la sua attività nel 2013, anno in cui Marsiglia è stata scelta come “Capitale Europea della Cultura”. Il grande edificio dal design contemporaneo conquista un posto importante sullo scenario del porto vecchio. Il MuCEM è uno spazio pluridisciplinare che ospita mostre permanenti ed esposizioni temporanee e con un calendario sempre ricco di convegni e manifestazioni culturali.

La Basilica di Notre Dame de la Garde

Posta sul punto più alto della città, da cui si può godere un panorama mozzafiato, la Basilica di Notre Dame de la Garde rappresenta un importante luogo di culto, dedicato alla protettrice dei pescatori, dei marinai e dei marsigliesi tutti. Partendo dal porto, si può raggiungere la cima della collina a piedi, in una trentina di minuti, oppure con i mezzi pubblici.

In stile romanico-bizantino, l’edificio si caratterizza soprattutto per la statua della Madonna che si erge sulla punta del campanile e per le ricche decorazioni degli spazi interni, valorizzati da elementi in oro e mosaici policromi.

Le Panier

Rappresenta il cuore antico della città, dai tratti più tipicamente provenzali, ed è d’obbligo una passeggiata tra i suoi vicoli colorati: è il quartiere Panier, famoso per il romanticismo che emanano gli edifici dalle tinte pastello e dai balconi in fiore e il profumo proveniente dalle tradizionali botteghe di saponette. Perdendosi nelle antiche stradine si possono trovare graziose caffetterie e ristorantini caratteristici, ma anche i negozietti e le boutique più particolari.

È un quartiere dove si può respirare un’atmosfera prettamente popolare, dove immergersi completamente nello spirito della città, ma che negli ultimi anni è stato oggetto di un’importante riqualificazione che lo ha reso una zona tranquilla e sicura.

Non potete lasciare la città senza prima aver assaggiato la specialità locale: la bouillabaisse, una tipica zuppa di pesce provenzale.

Chiara Parisi
Giornalista Pubblicista dal 1993, ho collaborato per anni con 2 testate locali nel Salento. Nel 2018, ho raccolto la sfida proposta da Chiara Galiberti e ho deciso di diventare Direttore di AmicoTravel.it.