Eindhoven è una delle città più creative dell’Olanda.

Nonostante non sia una località di grandi dimensioni, conta appena 250.000 abitanti, rappresenta un vero e proprio centro del futuro.

Visitare Eindhoven in bicicletta

In questa cittadina vi è la possibilità di girare in bicicletta. Un mezzo di trasporto eco-friendly e soprattutto tipico della popolazione locale. La bicicletta può essere reperita in modo facile e sicuro all’interno della città.

Diverse strutture adibite offrono anche la possibilità di noleggiarle.

Cosa vedere: attrazioni all’insegna dell’arte e del design

Senza dubbio, una delle prime mete del viaggio di 3 giorni non può che essere lo studio di Piet Hein Eek. Prima di tutto, l’ingresso totalmente gratuito giova a tutti coloro che decidono di fermarsi presso questa tappa.

Si tratta di una totale immersione all’interno di un ambiente creativo e differente, si presenta come una galleria d’arte dalle qualità non indifferenti, infatti raccoglie tutte le opere di arredo e design di Piet Hein Eek. Una curiosità: la Philips produceva, proprio in queste aree, gli elementi per televisori e radio.

Stiamo parlando, quindi, di un impianto industriale a cui è stata data una nuova anima con la sua riqualificazione. Lo studio permette l’acquisto di arredi di vario genere e la permanenza presso il bar o il ristorante.

Un’altra visita che può essere realizzata, a seconda delle preferenze del singolo turista, corrisponde all’area di Strijp-S, il cuore della creatività. Si tratta di un quartiere in cui la popolazione può abitare, lavorare o semplicemente rilassarsi all’interno di un’atmosfera fantasiosa. Artisti, produttori, teatrali, musicisti e designer fanno delle ex strutture della Philips un palco, su cui esporre le loro creazioni.

Il Museo Van Abbe di Eindhoven merita la visita di qualsiasi turista amante dell’arte contemporanea. È uno dei migliori in tutta Europa e vanta una collezione molto vasta con opere di El Lissitzky, Picasso, Kandinskij, Chagall, Mondrian e Sigmar Polke. La visita ideale alla struttura dovrebbe durare 3 ore per dedicare la giusta attenzione alle creazioni.

In collaborazione con il Museo Von Abbe è stato creato uno spettacolo davvero curioso, con i birilli volanti, simbolo della città. Claes Oldenburg e Coosje van Bruggen sono coloro che hanno ideato e realizzato il progetto, nato per celebrare l’avvento degli anni 2000. L’obiettivo, al giorno d’oggi raggiunto, riguardava la possibilità di attirare turisti nella cittadina.

I birilli, gialli, contrastano con il clima di Eindhoven, quasi sempre piovoso. Sono stati installati alla fine della John F. Kennedylaan, una via che sembra rappresentare una pista da bowling.

La chiesa di Santa Caterina è un luogo di culto cattolico, creato in stile gotico. Tuttavia, ciò che sorprende e affascina è la presenza di un carillon donato dalla Philips che, tutti i giorni alle 12, suona.

Shopping

Anche questa attività proposta da Eindhoven è intrisa di innovazione. Abbigliamento e arredamento sono reperibili con modelli originali e creativi.

Tra le aree migliori per acquistare rientrano Westside Store, Emmasingel e De Bergen.

  • Westside Store: offre un’oggettistica particolare con capi d’abbigliamento eccentrici. In questo luogo si ritrovano negozi ed eleganti boutique che provengono dai luoghi più singolari del mondo;
  • Emmasingel: è collocata nel centro della città ed è costellata da botteghe e negozi, simili a musei d’arte. Ogni struttura ricorda uno stile differente, tra cui il vintage;
  • De Bergen: quest’ultima area, risparmiata dalla Seconda Guerra Mondiale, possiede un carattere ottocentesco, un vero e proprio ritorno al passato.

Specialità Culinarie

Cibo tipico è il pesce, quindi perché non recarsi al mercato Woenselse Markt e assaggiare aringhe crude appena pescate? È una delle tante possibilità che offre Eindhoven, basterà richiedere il broodje haring.

Allo stesso tempo, il Down Town Gourmet Market permette di assaggiare cucine differenti nello stesso luogo, dando origine ad un vero e proprio ambiente di incontro internazionale. Tra i dolci da provare vi è il Pannenkoeken, un dessert dalla ricetta molto semplice che ricorda un mix gustosissimo tra le tradizionali crêpes francesi e i pancakes.

Un altro esempio è anche il Tompouce, realizzato con la pasta sfoglia, ripieno di crema e ricoperto da uno strato di glassa rosa o arancione.

Birra e distilleria

Per gli amanti dei formaggi è consigliato un assaggio al Leerdammer, accompagnato dalla tipica birra bionda olandese Heineken. Questa bevanda non è l’unica offerta dal luogo, infatti, alla Bottle Distillery, ex sede della fabbrica Schellens, è possibile seguire laboratori per scoprire le fasi di realizzazione del gin. La degustazione è sempre assicurata.

Serate e notti presso Eindhoven

La sera non può mancare un buon aperitivo, godendosi il panorama mozzafiato. I locali si trovano in Piazza De Markt, Stratumseind e Klein Berg.

La seconda è una celebre via pedonale che ospita caffè, bar e ristoranti. Inoltre, non si può non vedere l’Evoluon che, di notte, sembra un disco volante.