Salisburgo è una meravigliosa città austriaca ubicata al confine con la Germania e famosa in tutto il mondo non solo per aver dato i natali ad illustri compositori, come nel caso di Wolfgang Amadeus Mozart, ma anche e soprattutto per avere sul proprio territorio tantissime bellezze artistiche, tra cui la celebre Fortezza, una costruzione medievale che domina dall’alto tutta la cittadina costruita con l’obiettivo di proteggere la popolazione dagli attacchi degli eserciti nemici.

La storia della fortezza di Salisburgo: tutto ebbe inizio nel 1077

La Fortezza di Salisburgo è un edificio di ben 14000 metri quadrati che ogni anno viene preso d’assalto da circa un milione di turisti e viaggiatori provenienti praticamente da tutto il mondo. Una struttura la cui costruzione è stata iniziata nell’anno 1077 per volere dei principi vescovi di Salisburgo, e infatti, proprio nel 1077, l’arcivescovo di Salisburgo Gebhard, diede l’ordine di iniziare la costruzione della struttura, in particolar modo di una torre che oggi si può ammirare nel piano superiore.

Insieme alla torre vennero anche edificati una chiesa, una zona residenziale e un’ampia cinta muraria per proteggere la zona interna da possibili nemici. Per ragioni di natura politica, l’arcivescovo non ebbe la possibilità di portare a termine questa faraonica opera e dovette lasciare il tutto nelle mani dell’anti arcivescovo di nomina imperiale, Berthold von Moosburg.

Nei secoli successivi, la Fortezza venne ulteriormente ampliata con l’inserimento di altre cinte murarie più esterne che permisero alla struttura di ottenere la forma attuale. Ulteriori modifiche vennero apportate alla fortezza nel Cinquecento con l’arcivescovo Burkhard von Weisspriach, che decise di inserire altre cinte murarie con quattro torri conosciute con i nomi di Torre della Campana, dei Trombettieri, dell’Erba e del Fabbro. Venne inoltre inserito un bastione per dare copertura e protezione alla strada di accesso orientale e a quella meridionale.

Negli anni successivi, gli altri arcivescovi che si succedettero, portarono ulteriori modifiche, ad esempio trasformando il piano superiore in un edificio di quattro piani destinato ad abitazione e vennero poi inseriti un granaio e un primo arsenale per poter soddisfare le esigenze del popolo durante un possibile assedio. Sempre per soddisfare questo genere di esigenze, la Fortezza venne ulteriormente migliorata con una struttura che permetteva di approvvigionare l’acqua e, soprattutto, venne prevista una funicolare per il trasporto di merci.

Nel corso dei secoli ha dovuto affrontare numerose difficoltà tra cui l’avanzata dell’impero Napoleonico. La Fortezza venne salvata da una possibile distruzione ad opera dei francesi in quanto le forze governative presenti in Austria, ed in particolar modo a Salisburgo, decisero di consegnare la struttura senza alcun genere di opposizione agli invasori francesi.

La funicolare per raggiungere la cima della Fortezza in un solo minuto

La Fortezza di Salisburgo è aperta al pubblico tutto l’anno. Al suo interno si possono visitare numerose attrazioni dal punto di vista storico, ma anche artistico. Ci sono infatti numerosi musei, come il museo della Fortezza, ma anche quello delle Marionette, dell’antico Arsenale e del Reggimento Rainer. Delle importanti opportunità per scoprire maggiori informazioni sulla storia della fortezza di Salisburgo e sulle varie epoche storiche.

Per raggiungere la fortezza è, peraltro, possibile sfruttare la funicolare che parte dalla Festungsgasse. Questa stazione può essere facilmente raggiunta attraverso il centro storico di Salisburgo e sono previste corse con intervalli di 10 minuti. La durata di ogni singola corsa della funicolare per raggiungere la Fortezza è piuttosto breve in quanto all’incirca sono 60 secondi viaggio.

In alternativa, si può raggiungere la cima della Fortezza e visitare tutte le innumerevoli attrazioni di cui dispone, anche coprendo un percorso a piedi. Seguendo il percorso a piedi è anche possibile godere di un’impareggiabile vista su tutta la vallata.

Scopri la Fortezza di Salisburgo in un video