Londra è la City per antonomasia del Vecchio Continente. Molti dicono faccia concorrenza a New York, salvo poi ammettere che il paragone sta in piedi soltanto se si considerano due elementi: la finanza e la sua essenza cosmopolita.

Per il resto, la capitale londinese ha una sua precisa autonomia e identità culturale. Non può essere altrimenti, per via della sua tradizione letteraria e una storia ancora oggi impersonificata dalla regina: la fedeltà incondizionata alla famiglia reale è stata ed è tutt’ora immensa, basti pensare che l’inno nazionale è proprio dedicato a loro: God Save the Queen (o God Save the King).

A seguire le cose più importanti da vedere a Londra in uno o due giorni.

Big Ben & House of Parliament

Può essere un paradosso ed in effetti lo è: il Big Ben non è quello che tutti pensano di conoscere. Quasi tutti, infatti, credono che il Big Ben sia l’orologio di Londra, icona della capitale inglese nel mondo. In realtà, il nome Big Ben va associato alla campana di 13 tonnellate che scandisce le ore della giornata.

Perché si chiama Big Ben? L’aggettivo big fa riferimento alle dimensioni imponenti della campana, Ben invece è il diminutivo di Benjamin (Hall), l’ingegnere e politico britannico che fece installare la campana. Lo skyline di Londra prevede la contemporanea presenza del Big Ben e dell’House of Parliament, l’altro simbolo della capitale londinese.

Noto in tutto il mondo anche come Palazzo di Westminster, l’edificio è la sede del Parlamento inglese, costituito dalla Camera dei lord (House of Lords) e Camera dei comuni (House of Commons). In superficie, l’House of Parliament mostra due torri: la Clock Tower (Big Ben) e la Victoria Tower.

Se possibile, la parte più affascinante è quella nascosta. Sotto il Parlamento inglese corre infatti un labirinto sotterraneo, fonte d’ispirazione per George Orwell nella visionaria opera letteraria “1984”.

Buckingham Palace

Buckingham Palace è la residenza della famiglia reale. Il primo sovrano a dimorarvi fu Giorgio III, dopo aver acquistato il palazzo dal duca di Buckingham. La visita all’edificio è consentita soltanto durante la stagione estiva, quando la regina Elisabetta II e gli altri componenti della monarchia inglese si trasferiscono presso il castello di Windsor, tradizionale residenza estiva. In totale vi sono quasi 800 stanze, ma ai turisti viene data l’opportunità di conoscere solo l’Ala Ovest, dove sono custodite le scuderie reali.

British Museum & Tate Gallery

Oltre ai simboli del vecchio e nuovo potere, Londra è famosa per ospitare due attrazioni culturali di livello mondiale: il British Museum e la Tate Gallery. Il primo ospita i tesori dell’antichità e dell’era classica, la seconda è una galleria proiettata verso l’arte contemporanea e del Novecento.

La cultura classica, l’affascinante Antico Egitto, reperti archeologici appartenenti alla preistoria sono gli elementi fondanti dell’offerta culturale garantita dal British Museum.

Van Gogh, Dalì e Picasso, ma anche lo Shakespeare’s Globe Theatre (fedele riproduzione dello storico teatro del Seicento) sono invece le principali attrazioni della galleria d’arte londinese.

Tower Bridge & Torre di Londra

Insieme al Big Ben e l’House of Parliament, il Tower Bridge è l’altro simbolo più conosciuto della città di Londra. È il Ponte della Torre che unisce Southwark con la Torre di Londra (dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco).

Una delle particolarità del Tower Bridge è la passerella sospesa a oltre 40 metri d’altezza realizzata in vetro, la cui funzione è di collegare le due torri. Affacciata sul fiume Tamigi, la Torre di Londra ospita al suo interno il fascino tenebroso del Medioevo: in passato, Londra ha vissuto pagine di storia drammatiche, molte delle quali si sono consumate dentro la celebre torre londinese, teatro quindi di torture e omicidi brutali

I Parchi di Londra

Londra è famosa in tutto il mondo anche per i suoi parchi. Il più amato da residenti e turisti è Hyde Park, che si trova nel cuore della City londinese. Dentro Hyde Park c’è anche la fontana dedicata alla principessa Diana.

Un altro parco di Londra molto visitato è il Richmond Park, appartenente alla famiglia reale. In totale si possono contare fino a 650 cervi che vivono allo stato brado. Si segnala poi il Greenwich Park, che offre un panorama spettacolare sul fiume Tamigi e il resto della città, ed è famoso per essere il parco reale più datato di tutta Londra.

Restando nel centro della capitale londinese si può entrare al Kensington Gardens, i giardini di Kensington Palace. L’attrazione più visitata è la statua di Peter Pan. Se si vuole provare un’esperienza diversa, lontano dalla caotica City, si può scegliere di salire per Hampstead Heath; chi visita per la prima volta il parco ha l’impressione di essere inghiottito dalla campagna inglese, nonostante il centro della City non sia poi così lontano. Sempre da Hampstead Heath si può ammirare lo spettacolare skyline di Londra, fotografato e ammirato dalla totalità dei visitatori stranieri della capitale inglese.

Marcello Del Rosso
Laureato in Scienze della Comunicazione, classe 1980, sono un copywriter freelance e un instancabile viaggiatore che sprizza entusiasmo da tutti i pori. Da Settembre 2018 sono Capo Redattore su AmicoTravel.it .