Firenze, il capoluogo della regione Toscana, è indubbiamente una delle città d’arte più amate. Si tratta di un vero e proprio museo a cielo aperto, tra palazzi rinascimentali, monumenti e gallerie d’arte famosi in tutto il mondo.

Ecco una semplice guida con i principali siti d’interesse di Firenze, per organizzare al meglio il proprio viaggio.

Cosa vedere a Firenze

Per iniziare il tour dei monumenti di Firenze non si può non recarsi al Duomo. Conosciuto anche come Cattedrale di Santa Maria del Fiore, con l’iconica Cupola del Brunelleschi è indubbiamente il simbolo della città. L’edificio fu costruito tra la fine del 1200 e la prima metà del 1400 e il progetto passò anche tra le mani del celeberrimo Giotto. Nella stessa piazza, ossia Piazza San Giovanni, si trova anche l’omonimo Battistero. Costruito tra il XI e il XII secolo, era utilizzato come sfondo per le investiture di poeti e cavalieri.

Continuando il percorso tra i monumenti della città è possibile proseguire verso Piazza Santa Croce la quale ospita l’omonima Basilica di Santa Croce.

Simbolo dell’architettura gotica fu realizzata tra la fine del 1200 e la fine del 1300. All’interno sono sepolti scienziati, scrittori, artisti e personalità di spicco come Galileo Galilei, Ugo Foscolo, Michelangelo, Gioacchino Rossini e Vittorio Alfieri.

Giunti nella celeberrima Piazza della Signoria, cuore nevralgico di Firenze, è possibile ammirare Palazzo Vecchio, la Loggia dei Lanzi e la statua del David di Michelangelo. Infine, a breve distanza dalla piazza, sarà possibile visitare la Galleria degli Uffizi. Nelle sue stanze sono custodite opere di inestimabile valore storico e artistico come l’incantevole Venere e la Primavera di Botticelli, ma anche opere di Leonardo da Vinci, Giotto, Tiziano e Caravaggio.

Svago e relax a Firenze

Terminate le visite presso le principali chiese e monumenti di Firenze, è possibile concedersi qualche ora per passeggiare sullo splendido Ponte Vecchio. Lungo circa 95 m, è anch’esso uno dei simboli della città. La particolarità risiede nella presenza delle cosiddette botteghe artigiane le quali presentano un retro realizzato a sbalzo sul fiume.

Se invece si desidera trascorrere qualche ora tra piante e fiori, il Giardino di Boboli è il luogo ideale. Tra i più noti esempi di giardino all’italiana del mondo, esso si estende in un’area di circa 45000 m² al suo interno è possibile ammirare statue e fontane di rara bellezza.

Infine, per ammirare la città da una prospettiva privilegiata è possibile recarsi presso Piazzale Michelangelo. Realizzato nel 1869 e conosciuto come il migliore punto panoramico, la sua posizione, infatti, consente di ottenere un’immagine complessiva di Firenze, dei suoi monumenti principali, delle colline e dell’Arno.

Marcello Del Rosso
Laureato in Scienze della Comunicazione, classe 1980, sono un copywriter freelance e un instancabile viaggiatore che sprizza entusiasmo da tutti i pori. Da Settembre 2018 sono Capo Redattore su AmicoTravel.it .